Lecce: due stagioni indimenticabili

cristianolucarelli_2010Posso affermare che la mia rinascita ha luogo proprio a Lecce, città che mi ha accolto benissimo e nella quale ho trascorso due anni indimenticabili. Lecce rimarrà certamente una tappa fondamentale nella mia carriera. Sin dall’inizio, tra me e l’ambiente giallorosso si è instaurato un feeling magico: il calore del pubblico salentino è riuscito a rigenerarmi a tal punto che dopo appena 19 giornate avevo realizzato 11 gol (15 a fine stagione); un rendimento confermato anche nel corso del campionato successivo: i gol messi a segno a fine stagione, infatti, sono stati 12.

Sono molto felice di aver ripagato la fiducia di chi aveva scommesso su di me in un momento difficile della mia carriera e di aver fornito il mio contributo alla doppia esaltante salvezza del Lecce in serie A. Ci tenevo tanto ad entrare nella storia della squadra salentina come il più prolifico goleador del Lecce in serie A: i miei 27 gol in due stagioni, però, non sono stati sufficienti a superare il bomber storico del Lecce Pedro Pablo Pasculli (29 gol in 4 campionati di A), ma spero di aver lasciato ugualmente un buon ricordo di me ai tifosi giallorossi.

Le nostre strade si sono separate, ma ci tengo dire che a Lecce ho trascorso due anni tra i più belli della mia vita, che mi hanno maturato sia come calciatore che come uomo. Lascio una città bellissima, amici veri e tifosi per bene che mi hanno sempre sostenuto e rispettato. Lascio gente che mi ha voluto bene e a cui ho voluto un bene dell’anima e che difficilmente dimenticherò.