Emozioni “granata”

Lecce-01Il più recente capitolo della mia carriera calcistica si apre con il mio trasferimento a Torino. La Torino di sponda “granata”, naturalmente. Avevo sempre sostenuto che avrei accettato di cambiare squadra solo a patto di giocare in un grosso club: e così è avvenuto. Il Torino è una delle poche società in Italia a vantare un glorioso passato e ad aver fatto la storia del calcio italiano.

Ho accettato con molto entusiasmo di vestire la maglia granata non solo per la grande tradizione che vanta il club torinista, ma soprattutto per gli ambiziosi progetti che l’attuale dirigenza intende realizzare; sono orgoglioso che il Torino abbia puntato su di me. Spero di ricambiare tanta fiducia a suon di gol, non solo per inseguire soddisfazioni personali ma soprattutto per aiutare la squdra a centrare gli obiettivi che si è prefissata.

I tifosi possono star certi: onorerò la mitica maglia granata! (…anche perchè mi richiama molto da vicino la maglia amaranto del Livorno, la squadra della mia città nella quale sogno di militare un giorno…)